L.I.S.A. – Laboratorio di Intelligenza Sistemica Applicata

Un progetto di pensiero e azione per una evoluzione condivisa

“I problemi non possono essere risolti allo stesso livello di pensiero che li ha generati” (A.Einstein)

La complessità e l’alta interconnessione del mondo contemporaneo rendono sempre più evidenti intere categorie di problemi complessi che i tradizionali schemi di pensiero, basati su schemi lineari causa-effetto, non riescono né a definire né ad affrontare.

Per questo riteniamo utile dare un contributo alla crescita e alla diffusione del pensiero sistemico e complesso, non solo attraverso discussioni o letture, ma anche attraverso l’elaborazione di pratiche e schemi applicativi per iniziare a incidere sulla nostra realtà professionale, sociale e umana. A questo risponde il L.I.S.A.

LISA: informazioni pratiche


Cosa è:
il laboratorio entro il quale elaboriamo modelli di intelligenza sistemica, che poi diventano know how condiviso della Scuola e spunti per elaborare interventi formativi innovativi, per l’empowerment di aziende e privati.

Chi partecipa: è un gruppo informale di persone interessate ad apprendere e sviluppare modelli operativi basati sull’intelligenza sistemica e il pensiero complesso

Come funziona: incontri e discussioni su testi e proposte, il tutto finalizzato a produrre output concreti per i diversi ambiti: aziende, vita privata, apprendimento

Quando: un incontro mensile dalle 19 alle 21. I partecipanti sono chiamati a contribuire attraverso idee, letture e presentazioni da condividere. La partecipazione è gratuita.

Luogo: presso l’Istituto di Intelligenza Sistemica Modelli di Comunicazione, Via Garofalo 4, Milano

Cos’è l’Intelligenza sistemica?

Come dice lo psicologo Howard Gardner ci sono diversi tipi di intelligenza. Tutte hanno però una struttura comune, e cioè la competenza nel riconoscere, modificare, creare e utilizzare efficaci schemi d’azione (pattern) sempre più complessi.  L’intelligenza sistemica rappresenta un salto concettuale  in quanto il punto di riferimento di questa capacità è “dislocato”: dal soggetto che elabora al contesto di cui esso è parte attiva. In tal modo quelli che prima erano visti come fattori esterni diventano invece parti costitutive, con le loro relazioni, del proprio ambito di interazione. Perciò l’intelligenza sistemica (in inglese: System Intelligence) ha due definizioni: una che riguarda l’azione individuale (intelligenza per il sistema), l’altra il sistema in azione (intelligenza del sistema).

  1. La competenza di riconoscere, modificare, creare e utilizzare schemi sempre più complessi riferiti alle interazioni tra gli elementi che compongono il sistema considerato.
  2. Una rete di conoscenza /apprendimento che collega processi interni ed esterni in una visione unificata di sviluppo.

Autori di riferimento

  • Gregory Bateson
  • Edgar Morin
  • Paul Watzslavick
  • Heinz Von Foerster
  • Ilya Prigogine
  • Peter Senge
  • Marco Ceruti
  • Fritjof Capra
  • Douglas Hofstadter
  • Humberto Maturana
  • Francisco Varela
  • Stuart Kaufmann

Vuoi partecipare?

Scrivi una email a Camillo Sperzagni

Chiama in segreteria: 02.47767028

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi